fbpx
  • Home
  • Forrest Gump compie 25 anni

Tag: Forrest Gump compie 25 anni

25esimo compleanno Forrest Gump - Dal Blog Action PRO®

25° Forrest Gump

Ci sono film che non sono delle semplici storie che restano relegate alle pellicole su cui sono impressi. Hanno una forza tale da camminare sulle loro gambe e sopravvivere ai cambiamenti della società, perfino a quelli dei gusti del pubblico. Uno di questi è Forrest Gump, uno dei più grandi capolavori del cinema mondiale degli anni Novanta, che proprio in questi giorni ha compiuto 25 anni. Era il 23 giugno del 1994 quando veniva proiettato per la prima volta al cinema, riscuotendo un successo planetario che perdura a distanza di un quarto di secolo.

La storia di Forrest Gump

Robert Zemeckis ha scritto la storia del cinema con il suo Forrest Gump ispirandosi al romanzo omonimo di Winston Groom, uscito solo pochi anni prima.

È la narrazione della vita di un uomo con un deficit mentale di piccola entità ma è soprattutto il racconto di come il destino possa cambiare radicalmente la vita di ognuno di noi. Nessuno credeva in Forrest, che grazie a una lunga serie di coincidenze ha preso parte alla storia del suo Paese non come semplice spettatore ma come protagonista. Robert Zemeckis nella sua pellicola ha raccontato 30 anni di storia americana tramite le parole di Forrest, narratore ingenuo che sulla panchina degli autobus incanta i suoi interlocutori con gli aneddoti che hanno cambiato la storia Americana, di cui lui è stato testimone diretto.

A causa della sua condizione patologica viveva spesso nell’emarginazione e nel compatimento del prossimo ma la sua è una storia di rivalsa e di successo, perfettamente descritta e incastrata nella trama del film. È un viaggio indietro nel tempo fatto di flashback e di voce fuori campo che nel 1994 ha stupito il pubblico per la qualità degli effetti speciali.

Sono trascorsi 25 anni dalla prima proiezione, 26 dalla produzione del film, e da allora il mondo del cinema ha fatto molti passi in avanti grazie alla tecnologia. Quello che oggi ci sembra normale, all’epoca era una vera e propria rivoluzione ed è stato anche questo uno dei segreti del successo di Robert Zemeckis con Forrest Gump.

Forrest Gump, non un film ma un fenomeno socio-culturale

La pellicola con protagonista Tom Hanks, attore magistrale che in questo ruolo ha superato se stesso, è una pietra miliare della produzione cinematografica mondiale. È un’icona del cinema e il merito va anche a Hanks. Il suo Forrest Gump ha conquistato il pubblico, ha portato tutti dalla sua parte ed è opinione comune che questo sia il ruolo che l’attore è riuscito a interpretare meglio, il suo capolavoro cinematografico.

È riuscito a dare l’umanità giusta a Forrest, a calarsi nei panni di un outsider portando alla luce la sua anima. Un lavoro molto profondo per Tom Hanks e per Robert Zemeckis, artefici di un racconto del paradosso. La narrazione evidenza i controsensi e i limiti degli Stati Uniti attraverso i successi e l’ingenuità di Forrest Gump.

Riconoscimenti e aneddoti su Forrest Gump

Forrest Gump ha ricevuto ben 6 premi Oscar, un risultato straordinario ma inevitabile per uno dei pochi film che negli ultimi decenni ha messo d’accordo critica e pubblico. Ha ricevuto 13 nomination e ha vinto nelle categorie Miglior film, Migliore regia, Miglior attore protagonista Migliore sceneggiatura non originale, Miglior montaggio e Migliori effetti speciali. Ha avuto un incasso di quasi 680 milioni per un costo realizzativo che è stato di circa 55 milioni.
È curioso che Tom Hanks non sia stata la prima scelta di Robert Zemeckis per interpretare Forrest Gump. Prima di lui, quel ruolo era stato proposto a John Travolta, Bill Murray e Chevy Chase, che hanno però rifiutato la parte dopo la lettura della sceneggiatura. Robert Zemeckis non ricevette dei no solo dagli attori contattati per il protagonista maschile, perché anche grandi attrici del calibro di Demi Moore e Nicole Kidman hanno declinato la proposta per prendere parte alla pellicola. Furono contattate per ricoprire il ruolo di Jenny, che fu poi affidato a Robin Wright Penn.
Altro particolare della pellicola è che le scene di corsa non sono state girate da Tom Hanks ma da suo fratello Jim, straordinariamente somigliante.

 

Immagine presa dal web.

Copyright 2018 ActionPRO | Tutti i Diritti Riservati.

PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY