fbpx
  • Home
  • palma d’oro cannes 2019

Tag: palma d’oro cannes 2019

Festival del Cinema di Cannes 2019 - Agnès Varda Poster

Il Festival del Cinema di Cannes 2019

Il Festival del Cinema di Cannes è nel pieno del suo svolgimento e sono già tantissime le star che hanno fatto la loro comparsa sul red carpet della Croisette. Uno dei più importanti eventi della cinematografia mondiale catalizza l’attenzione del pubblico da ormai decine di anni ed è capace di rinnovarsi di edizione in edizione per stare al passo con i tempi. Tra tributi, dichiarazioni d’amore sul red carpet e attesa per i film dell’anno, sulla Croisette quest’anno lo spettacolo è assicurato.

Cannes 72: tributo ad Agnès Varda

Festival del Cinema di Cannes 2019 - Agnès Varda PosterL’organizzazione ha deciso di dedicare l’edizione in corso del Festival di Cannes alla grande regista Agnès Varda, una delle più grandi interpreti della Nouvelle Vague.

La donna è scomparsa lo scorso 29 marzo all’età di novant’anni ma ci ha lasciato in eredità pellicole straordinarie, che hanno scritto la storia del cinema mondiale.

La Varda ha fatto la sua comparsa in concorso al Festival di Cannes per ben 13 volte ed è stata premiata per il suo impegno con un Oscar alla carriera nel 2018. Tra le sue pellicole più note meritano una citazione “La Pointe courte” e “Cleo dalle 5 alle 7”, due capolavori del cinema che l’hanno resa immortale.

Al Festival di Cannes 2019 hanno voluto ricordare una delle più grandi donne del cinema mondiale utilizzando una delle sue foto più iconiche come immagine simbolo dell’evento.

Lo scatto risale al 1954 e ritrae una giovane Agnès Varda in piedi su un operatore di ripresa, in modo tale da avere un punto di vista quanto più alto possibile.

L’immagine è stata realizzata durante le riprese di “La Pointe courte”, che partecipò proprio al Festival di Cannes nel 1955.

 I film più attesi al Festival di Cannes 19

Sono tanti i film che hanno suscitato grande attesa al Festival di Cannes, la maggior parte dei quali realizzati dai grandi registi in attività.

Dolor y Gloria, a Cannes il capolavoro di Almodovar

Dolor y Gloria di Pedro Almodovar è sicuramente una di queste. Il regista spagnolo da sempre prende ispirazione dal suo trascorso personale per i suoi film e, in questo caso, il confine tra la realtà e l’invenzione sembra essere molto labile. È la storia di un regista che viene raccontata con grande profondità, anche per merito di una interpretazione ottima di Antonio Banderas.

Attraversa la depressione di un artista e di un creativo, racconta le sfumature più tetre di un’anima artistica con colori sempre vivaci, in un viaggio fatto di dipendenze emotive e non, che rappresentano il filo narrativo del film.

Per molti critici questa è la miglior pellicola di sempre di Almodovar, che si è avvalso anche dell’arte di Penelope Cruz come protagonista femminile, e potrebbe portare a casa uno dei premi più importanti della manifestazione.

Un Tarantino inedito, ma non troppo, conquista Cannes con “Once Upon a Time in Hollywood”,
già nel titolo un omaggio a Sergio Leone”

Grande attesa ha suscitato anche il film “Once Upon a Time in Hollywood” di Quentin Tarantino, la cui presenza sulla Croisette è stata in dubbio fino all’ultimo momento. Il regista è noto per i suoi colpi di scena, sul grande schermo così come nella vita.  Dopo aver creato una grande suspense si è presentato sul red carpet assieme ai suoi attori: Leonardo di Caprio e Brad Pitt.

Flash impazziti e pubblico in delirio per il terzetto che è poi entrato al Palais per la proiezione del film, che ha raccolto il plauso della critica. Il racconto della Hollywood degli anni Sessanta e di Charles Manson, diverso da tutti gli altri proposti da Tarantino e forse anche per questo avvincente.

Tarantino apre e chiude parantesi, fa un uso smodato dei flashback e va oltre il solito puzzle dei suoi film, creando una struttura mosaico evoluta, capace di portare avanti il racconto in modo lineare. Eppure la storia non si svolge nel tempo, è in realtà una esplorazione profonda di un presente cinematografico tarantiniano, tra icone del passato realmente esistito e personaggi inventati.

Il cinema di Tarantino si sovrappone ancora una volta alla storia, arricchendola e dandole nuova luce, rendendola quasi più reale della realtà stessa.

For Sama, il film poesia che racconta con crudezza la guerra di Aleppo

Tra i film in concorso nei circuiti alternativi, uno dei più accattivanti è For Sama, lavoro di una regista siriana che racconta le brutture della guerra di Aleppo. È una lettera, più che un film, che Waad Al Keteab manda a sua figlia Sama, nata proprio durante il conflitto.

È un film durissimo che racconta di uomini e donne che muoiono davanti alla cinepresa, che pregano o che vengono sepolti rapidamente in fosse comuni che si riempiono di ora in ora di nuovi corpi. È il racconto crudo e crudele della guerra, dove non c’è solo la morte ma anche la vita, quella di un bambino fato nascere con un cesario da una madre morta sotto i bombardamenti. Il bambino sembra aver subito la stessa sorte finché non emette il primo gemito di vita. Poi c’è Sama, che viene protetta dal padre durante gli attacchi aerei, in un continuo intrecciarsi di storie di morte e di speranze.

 

Palma d’Oro alla carriera per Alain Delon

Questo è l’anno in cui il Festival di Cannes può finalmente onorare uno degli interpreti più grandi dello spettacolo mondiale. Dopo tanti anni, finalmente, Alain Delon ha accettato di ricevere la Palma d’Oro alla carriera, un riconoscimento che spetta agli artisti più grandi che con il loro lavoro hanno contribuito a rendere immortale il cinema nel mondo. La prima volta di Alain Delon al Festival di Cannes risale addirittura al 1957.

L’amore sul red carpet

C’è tempo anche per l’amore sul red carpet della Croisette, dove i fuori programma sono il sale dello spettacolo.

Il momento è passato inosservato agli occhi di molti, coperto dall’incredibile passaggio di personaggi e di fotografi, ma un giovane ragazzo elegantissimo ha deciso di inginocchiarsi davanti alla sua fidanzata, anche lei particolarmente elegante, chiedendola in sposa.

Chi ha avuto la fortuna di assistere al momento non ha potuto far altro che applaudire al coraggio e all’inventiva, perché anche questo, dopo tutto, è spettacolo.

Copyright 2018 ActionPRO | Tutti i Diritti Riservati.

PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY